Il luogo dov’è nato Totoro: l’art book dello studio Ghibli


È uscito “Totoro no Umareta Tokoro”, l’art book dedicato a Totoro, ai luoghi e ai disegni che hanno ispirato il celebre personaggio dello studio Ghibli.

copertina

Fan di Totoro, questo è il momento di festeggiare! Totoro no Umareta Tokoro è il nome del nuovo art book interamente dedicato al celebre personaggio ideato dal maestro Hayao Miyazaki.

Il titolo significa Il luogo dov’è nato Totoro: l’opera infatti ci mostra tutti i luoghi che hanno ispirato il film d’animazione. Tra questi, vediamo le colline di Sayama, nella prefettura di Saitama vicino alla città di Tokorozawa, dove sorge il bosco che ha ispirato le ambientazioni dell’anime e dove abitano i coniughi Miyazaki.

La vera particolarità dell’art book tuttavia è un’altra: al suo interno troviamo moltissimi disegni fatti da Akemi Miyazaki, moglie di Hayao. Akemi infatti è un’animatrice di grande talento, ha incontrato per la prima volta il marito durante la lavorazione di Gulliver’s Travels Beyond the Moon, nel 1965, e dopo aver lavorato a due film del marito,  Nausicaä della Valle del Vento e Il mio vicino Totoro, si è ritirata dal mondo dell’animazione per dedicarsi alla cura dei due figli Goro e Keisuke.


foglie

Con questa opera Miyazaki ha deciso di omaggiare pubblicamente il lavoro della moglie, la sua grande creatività e la sua conoscenza del mondo vegetale, che lo hanno aiutato nella realizzazione di Kemushi no Boro, la sua nuova opera. Più di 40 pagine su 80 sono dedicate agli schizzi di Akemi, che raffigurano la crescita di piante come l’Ardisia japonica estiva o un semplice tappeto di foglie usato per risalire alle piante da cui provengono, facendo emergere il suo impressionante occhio per i dettagli della natura.

Akemi fa parte inoltre del Consiglio della Fondazione Totoro no Furusato, nata per la preservazione dell’habitat naturale e delle risorse culturali della foresta di Totoro, che questo libro raffigura in tutti i suoi cambiamenti in base alle stagioni.

Parte del libro è anche Toshio Suzuki, produttore dello studio Ghibli che attraverso la sua macchina fotografica ci mostra Hachikokuyama, luogo vicino Sayama, anch’esso ispiratore delle ambientazioni de Il mio vicino Totoro come ad esempio l’ospedale Shin-yamanoteutilizzato come modello per quello in cui è ricoverata la mamma di Mei e Satsuki.

schizzi personaggi

La parte più interessante dell’art book è però probabilmente quella in cui vengono mostrati i personaggi del film ancora allo stadio iniziale, le bozze di Mei, Totoro e GattoBus disegnate nel 1975, ben 13 anni prima che il film uscisse in Giappone.

Tutto il contenuto è accompagnato da un’intervista a Miyazaki, in cui egli parla della profonda influenza che la natura intorno Tokorozawa ha avuto sul film, fino ad affermare che se non avesse vissuto lì il film probabilmente non sarebbe mai nato.

Totoro no Umareta Tokoro per ora è disponibile presso il bookstore del Museo Ghibli al prezzo di 1.296 yen (circa 10 euro); è ovviamente scritto in giapponese, ma le immagini e le foto lo rendono godibile per chiunque. Dal 12 settembre sarà inoltre in mostra per un tempo limitato al secondo piano dello stesso museo.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *