Arrivano i Superboys – In uscita il manga per Dynit

Dynit pubblica l’inedito manga Arrivano i Superboys, opera da cui è stata tratta la celebre serie animata sul calcio che ci ha fatto compagnia negli anni Ottanta

Arrivano i Superboys - In uscita il manga per Dynit

We are the eurokids take us so long!

Prima di Capitan Tsubasa, prima di Ganbare, Kickers! (Palla al centro per Rudy), i ragazzi al campetto emulavano il grande Shingo Tamai, protagonista di Arrivano i Superboys, celebre spokon sul calcio sceneggiato da un grande Autore al quale tutti noi dobbiamo molto: stiamo parlando di Ikki Kajiwara (alias Asaki o Asao Takamori), lo sceneggiatore di Ashita no Joe (Rocky Joe) e Tiger Mask (L’Uomo Tigre) e Tommy la stella dei Giants. Con lui, al disegno troviamo il ruvido e bravissimo Mitsuyoshi Sonoda.

Capite bene che l’attesa per l’inedito manga sul calcio che abbiamo imparato ad amare seguendo la trasposizione animata in TV è davvero, davvero  molta.

Dynit aveva annunciato l’opera in sei volumi a marzo dell’anno scorso. Tuttavia solo ora abbiamo le prime notizie sulla data di pubblicazione del primo volume:

Anni Settanta, sobborghi di Tokyo. Intitolato in originale Akakichi no eleven (Gli undici rosso sangue) il manga racconta le vicende di Shingo Tamai che inizia a giocare a calcio nella squadra del proprio liceo, lo Shinsei Senior High Scool, con tutte le difficoltà legate all’inserimento nel gioco di squadra, essendo un ragazzo abituato a ragionare esclusivamente in modo individuale. A guidarlo troviamo il professore Tenpei Matsuki.

Arrivano i Superboys è stato pubblicato originariamente in Giappone tra il 1970 e il 1971. Dynit proporrà un’edizione in sei volumi brossurati da 200 pagine, al prezzo di € 12,90 l’uno.

Per rimanere in tema, avete letto il nostro super speciale dedicato a tutti i cartoni animati sul calcio? Potete recuperarlo qui!

Cosa ne pensate dell’annuncio? Come noi aspettate con trepidazione Arrivano i Superboys? Scriveteci nei commenti!

 


Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *