Stan Lee – Il commosso addio di Marvel e Disney

Poche ore dopo la sua scomparsa, Marvel e Disney hanno pubblicato una lettera molto intensa, in cui hanno salutato l’uomo e l’artista che ha contribuito a creare parte dell’immaginario popolare moderno

Vi riportiamo la traduzione della lettera comparsa sul sito Marvel.com, in cui la Casa delle Idee e Disney hanno salutato il grande Stan Lee:

Oggi Marvel Comics e The Walt Disney Company si fermano con grandissima tristezza per la morte di Stan Lee. Condividiamo le nostre più profonde condoglianze con sua figlia e suo fratello ed onoriamo il creatore, la voce ed il campione della Marvel.

Stan Lee è stato straordinario, proprio come i personaggi che ha creato. Un vero supereroe per i fan di tutti il mondo, che ha avuto il potere di ispirare, intrattenere e connettere. La portata della sua immaginazione è stata superata soltanto dalla grandezza del suo cuore. 
– Bob Iger, Presidente e CEO The Walt Disney Company.

Stanley Martin Lieber, a.k.a. Stan Lee, ha sempre amato scrivere sin dall’infanzia e ha sempre voluto realizzare storie in libri e film, che consumava quotidianamente. Il giovane Stanley ha lavorato duramente fin quando non si è ritrovato come assistente di una compagnia – la Timely Comics.

Dopo aver espresso il suo desiderio di scrivere e creare storie, nel maggio del 1941 il suo sogno si avvera sulle pagine di Captain America Comics #3. I lettori si ritrovano davanti ad una piccola storia, “Captain America Foils the Traitor’s Revenge“, accompagnata dal nome di Stan Lee. La nascita di una leggenda.

Il ruolo di Stan nella Timely cresce ed evolve, proprio come la compagnia. Sotto la sua guida diventa prima Alias Comics, quindi prende il nome che la catapulta nella leggenda per sempre: Marvel Comics.

Come Editor-in-Chief, Lee ha reso la sua voce la voce di ogni singola storia. Ha scritto virtualmente ogni titolo Marvel ed ha lavorato con leggende come Jack Kirby, Steve Ditko, Don Heck, Gene Colan e John Romita per iniziare a costruire un universo interconnesso, un universo dove i fan potevano girare l’angolo di ogni strada e trovarvi un super eroe. Nasce una grande collezione di personaggi come Fantastici Quattro, Spider-Man, Thor, Hulk, Iron Man, gli X-Men e molti altri. È quasi impossibile trovare un angolo dell’Universo Marvel che non sia stato influenzato da Stan.

I fan Marvel hanno trovato un amico in Stan. Ha introdotto le celebri”Stan’s Soapbox” per parlare direttamente con i lettori, raggiungendo un livello personale rarissimo per i fumetti di quei tempi. Sempre alla ricerca di nuovi modi per creare fumetti, Stan ha inaugurato il metodo Marvel, creando alcune delle storie più iconiche dell’industria.

Quando qualcosa ha veramente importanza per Stan, puoi avvertirlo dalle sue parole, che sia un editoriale o la stessa trama. Con una forte passione per il medium, ha aiutato a ridefinire il Comic Code Authority, l’organo di censura statunitense per raccontare di problemi come discriminazione, droghe ed intolleranza.

Stan ha abbandonato il suo ruolo da Editor-in-Chief nel 1972 per diventare Publisher di Marvel Comics e con tanti scrittori che hanno seguito le sue orme, il suo spirito e la sua voce sono rimaste impresse nelle avventure per gli anni a seguire. Un’intera generazione di giovani lettori ha accresciuto il proprio vocabolario e le proprie conoscenza grazie alle storie di Stan.

Marvel e l’intera Walt Disney Company ricordano la vita e la carica di Stan Lee ed offrono la loro gratitudine per le sue ineguagliabili creazioni. Ogni volta che aprirete un fumetto Marvel, troverete Stan.

Per favore, unitevi a noi nel ricordo di Stan “The Man” Lee.

Commenti