Recensione: I Cavalieri dello Zodiaco, Lost Canvas – Il mito di Ade

Saint-Seiya-The-Lost-Canvas

Quante generazioni sono state fortemente segnate dai mitici Saint Seya, i Cavalieri dello Zodiaco che combattono al fianco della bellissima Dea Atena. La loro Guerra Santa ci ha tenuti incollati agli schermi – o alle pagine del manga originale – per un sacco di giorni. E avete mai pensato a cosa potrebbe essere successo prima di quella Guerra Santa? E se non fosse stata la prima? Se quegli eroi mitologici avessero avuto altre incarnazioni prima della più conosciuta? È il momento di scoprire Lost canvas – Il Mito di Ade!

La storia e i disegni sono opera di Shiori Teshirogi, mangaka talentuosa, supervisionata dall’autore originale Masami Kurumada. A seguito della pubblicazione è stata fatta una serie extra con volumi dedicati ad ogni cavaliere d’oro apparso nella saga, I Cavalieri dello Zodiaco, Lost Canvas – Il mito di Ade Extra.

lost canv 4

In Italia l’opera è stata pubblicata dal 2008 al 2012 in 50 volumetti. Successivamente è stata ristampata in formato tankobon con 25 volumi dalla Planet Manga e distribuita dal Corriere dello Sport a partire da settembre 2016. È stato fatto anche un adattamento in OAV, serie animata omonima, di 26 episodi.

The Lost Canvas (Il dipinto perduto) ci svela  la storia della Guerra Santa avvenuta 243 anni prima della serie originale e ha per protagonisti tre ragazzi  orfani, cresciuti insieme e apparentemente legati da forti promesse: Aron , Tenma e Sasha. Aron è un ragazzo dotato di spiccato senso artistico, ama dipingere e ha un aspetto nobile ed elegante, capelli lunghi, biondi e occhi chiari. Tenma dal canto suo è di tutt’altro impatto: capelli spettinati e nerissimi, abile in attività fisiche  e decisamente più impetuoso. A completare il trio c’è la bella ed elegante Sasha, acculturata e fine ci ricorda da subito Isabel per i suoi lunghi capelli viola. I due ragazzi, cresciuti come teneri amici, sono destinati a combattere in due diversi schieramenti: quello di Ade e quello di Atena. Aron, infatti, è stato prescelto da Ade stesso come “corpo ospite”, mentre Tenma non è altro che la reincarnazione del Cavaliere di Pegaso che ferì il dio degl’inferi all’epoca dei miti e che da sempre combatte a fianco di Atena. La reincarnazione della dea della guerra non poteva che essere la loro stessa sorella, Sasha.

lost canv 1

Questa volta i protagonisti sono strettamente legati tra loro, gran parte dello scontro ruota attorno al loro rapporto affettivo-conflittuale, le loro abilità manifeste dall’infanzia sono elementi essenziali nello sviluppo della trama, lo stesso Ade/Aron  raccoglie anime in una maniera originale e davvero affascinante: tra sacrifici e vendette ognuno scoprirà il proprio destino.
lost canv 2

Se ancora non vi ho convinto a immergervi con curiosità nella lettura di quest’opera, vorrei ricordarvi che uno dei personaggi più affascinanti della saga originale è invecchiato molto, ma molto, lentamente… un grandissimo maestro di cui forse – e ripeto, forse – potrebbe esserne spiegata e ripresa la storia!

lost 1I CAVALIERI DELLO ZODIACO: THE LOST CANVAS – IL MITO DI ADE
Saint Seiya – The Lost Canvas
Testi:
Shiori Teshirogi
Disegni: Shiori Teshirogi
Copertina:
Shiori Teshirogi
Formato 13,7×20 cm, b/n
Prezzo: € 4,99
Periodicità:
 Settimanale
Editore:
 Panini Comics/Corriere dello Sport
VOTO: 7

Saki

Saki

Cuore giapponese in un corpo italiano, leggo manga dalla più tenera età e sogno ancora di cavalcare Falcor! Curiosa fino allo sfinimento, sono pronta a parlarvi delle mie scoperte!

Commenti