Molesti sopravvissuti allo scorrere del tempo: Personaggi memorabili, Sapporo e Sake

 

maison ikkokuAllora. Visto che la classifica delle principesse Disney è stata già fatta da qualcun altro e che mio nipote mi costringe da più di un’ora a guardare Peppa Pig, avverto un senso di sconforto allucinante mentre Suzy Pecora riesce a tranquillizzarlo più di me. Poi dici che uno non si dà all’alcol. Non potendo farlo, visto che mi hanno affidato un minore che di anni non ne ha nemmeno due, almeno ne posso parlare o come in questo caso scrivere.

Nella miriade di anime visti e manga letti in tanti (troppi) anni, alcuni personaggi occupano un posto speciale nel mio cuore (e fegato) per la loro strabiliante capacità di essere sbronzi e molesti, senza che questo abbia impedito loro di fare la comparsa nel Bel Paese che tutto censura. Si vabbè, quello che gli pare. La storia tra Sailor Neptune e Sailor Uranus si, e le mazzate che Mr Diamond dava a Mila Azuki no. Lasciate stare e non censurate punto, massa di idioti.

Comunque, per nostra fortuna questi personaggi ce l’hanno fatta, regalandoci autentici momenti di insanità mentale. Come si fa a non adorarli…

 

Jeff Turner«Ci vediamo al campo appena ho finito di bere Mark»
– Jeff Turner a Mark Lenders –

Se siete giù di morale, se la giornata a lavoro è stata uno schifo e pensate che non ce la farete mai nella vita, probabilmente avete bisogno di una bella serata in compagnia di Jeff Turner (Kozo Kira). Che meraviglia. In Holly e Benji, due fuoriclasse (Capitan Tsubasa) allena grandi promesse del calcio senza mai essere lucido. Mr Turner, l’allenatore della Muppet, in giro rigorosamente in ciabatte e con la bottiglia in mano a simulare goffi tentativi di sobrietà. Reggere i suoi ritmi è estenuante e per veri fuoriclasse. Ve lo ricordate la prima volta che appare in Holly e Benji? Inarrivabile. Litiga con un distributore di acolici. Magari sulle tattiche di gioco non è il migliore, ma come motiva lui i suoi ragazzi nessun altro. Dopo una brutta giornata è lui il nostro migliore amico (tra l’altro per far uscire il sake dal distributore prende il pallone a quei bimbetti della New Team che passano di lì per caso ed eccolo che tira fuori i numeri. Grazie a lui Mark Lenders ci regalerà il tiro della tigre. Spettacolare).

 

nonno sam«Non bere più vecchio pazzo»
-Marrabbio a Nonno Sam

Ogni tanto una capatina al bar ci sta. Cioè, voi pensate di starci una ventina di minuti e poi vi riducete senza più sapere che giorno è perché, aspettare che Satomi capisca di essere il terzo incomodo, che Andrea smetta di lamentarsi per tutto il giorno e Mirko si dichiari a Licia, richiede una pazienza infinita. Ecco. Nonno Sam e Lauro ci aiutano a sopportare 42 puntate  di Kiss me Licia (Love me Knight – Ai shite naito) mentre portano al fallimento il Mambo scolandosi tutto quello che c’è. Non mi ricordo di averli mai visti pagare almeno un camparino oppure dire «ah Marrà, segna me raccomando».  Sono compagni di bevuta senza rivali, sanno come si fa il vento in un locale e conoscono i segreti di tutti quelli che lo frequentano (talmente riusciti come personaggi che nell’italianissimo Love Me Licia, gli attori in carne e ossa sono una presenza fissa. Loro e gli ettolitri di prosecco che si scolano)
.nonno sam 2

 

mademoiselle anne«Oggi come oggi non c’è niente di male se una donna beve del sake»
– Anne alla sua prima sbornia con Ushigoru e Ranmaru –

Se per qualsiasi motivo non conoscete Mademoiselle Anne (Una ragazza alla moda), questo è il momento buono per recuperare. Tokyo, 7° anno del periodo Taisho. In piena rivoluzione culturale giapponese, Anne (Benio) Hanamura è mille passi avanti a tutte noi che di secolo ne viviamo un altro. Scordatevi tutte le protagoniste femminili di ogni anime e manga che popolano i vostri ricordi. Siamo di fronte a un raro esempio da seguire. Ribelle, anticonformista che si oppone con tutte le sue forze alle antiche tradizioni giapponesi e a quelle arti in cui le donne di una certa casta si distinguevano. Anne infatti si allena nel Kendo e soprattutto beve moltissimo diventando molto violenta e cattiva quando si ubriaca (un mito). Vera compagna di bevuta a tarda notte con la quale condividere tutto. E non è l’unica. Ushigoro, Shurandoji e soprattutto “la strascicata”, sempre affamata di uomini e sakè fanno la loro comparsa e rendono questa storia esilarante quando, diciamocelo, da ridere non c’è. Nel manga, imperdibili sono gli inserti speciali tra cui il gioco dell’oca ubriaca. Mademoiselle Anne una di noi!

 

maison ikkoku«La volete smettere con questo fracasso a quest’ora? Lasciateci dormire. Avete svegliato i miei bambini, smettetela o chiamo la polizia»
– Il vicinato della Maison Ikkoku –

L’unico posto al mondo dove aspetterei con ansia le riunioni di condominio. I co-protagonisti di Cara Dolce Kyoko (Maison Ikkoku) rappresentano l’eccellenza etilica. Questa storia merita un dieci cum laude da tutti i punti di vista, e i pazzi e irrequieti inquilini della pensione sono la ciliegina sulla torta: Hanae Ichinose, una casalinga di mezza età grassa e pettegola che organizza feste a base di alcol e che spesso fa vergognare il figlioletto Kentaro quando s’improvvisa nella danza maku-maku (la danza degli ubriachi). Akemi Roppongi, una cameriera dalla dubbia moralità che va in giro per casa sempre mezza nuda e il misterioso Yotsuya, di cui si sconosce il lavoro, che ha addirittura fatto un buco fra la sua stanza e quella di Godai per entrare indisturbato nella stanza dello studente, con grande disperazione di quest’ultimo. I loro festini sono passati alla storia e ci hanno insegnato che i migliori compagni di sbronza sono quelli che ci conoscono fino in fondo. Birra, sakè e feste ai limiti della legalità si svolgono di continuo nella stanza di Godai o al Chachamaru (il locale dove lavora Akemi).

A detta della signora Luisa che ogni mercoledì mi lascia un fantastico dépliant su quanto Dio sia arrabbiato con tutti noi e che presto giungerà la fine, se vi manca anche solo uno di questi capolavori, non perdete altro tempo e recuperateli immediatamente. Nel frattempo io cerco di capire come far fuori Peppa Pig e come vendicarmi di mia sorella che non torna a casa. Vi lascio le informazioni tecniche per non avere scuse. Dimenticavo. Esiste una giusta misura per tutto e qui volutamente si esagera. Fate i bravi e siate responsabili mi raccomando.

Dal salotto della Sig.ra Moroboshi

Abbiamo parlato di:

Capitan Tsubasa
Manga (prima serie)
Titolo originale: Captain Tsubasa
Autore: Yoichi Takahashi
Edizione italiana: ultima edizione Star Comics :Capitan Tsubasa new edition (21 volumi)

Anime
Titolo originale: Capitan Tsubasa – Captain Tsubasa
Numero episodi: 128 (concluso)
Titolo in Italia: Holly e Benji – Holly e Benji, due fuoriclasse
Edizione italiana: l’intera serie è stata pubblicata in Dvd grazie alla Yamato Video. L’anime è pubblicato in 6 Box da 5 Dvd ciascuno.

Love Me Knight – Kiss me Licia
Manga
Titolo originale: Ai shite Knight
Autore: Kaoru Tada
Edizione italiana: ultima edizione Goen: 7 numeri 

Anime
Titolo originale: Ai shite knight
Titolo in Italia: Kiss me Licia
Numero di episodi : 42
Edizione italiana: Attualmente non è reperibile alcun cofanetto della serie. Per quanto riguarda Love Me Licia è invece disponibile una raccolta di tutte le puntate edito da Fivestore

anne

Mademoiselle Anne- Una ragazza alla moda
Manga
Titolo originale: Haikara-san ga Toru
Autore: Waki Yamato
Edizione italiana: ultima edizione Star Comics: 8 numeri

Anime
Titolo originale: Ai shite knight
Titolo in Italia: Mademoiselle Anne
Numero di episodi : 42
Edizione italiana: Attualmente non è reperibile alcun cofanetto della serie.

Cara dolce Kyoko – Maison Ikkoku
Manga
Titolo originale: Mezon Ikkoku – Maison Ikkoku
Autore: Rumiko Takahashi
Edizione italiana: ultima edizione Star Comics Perfect Edition: 10 numeri 

Anime
Titolo originale: Mezon Ikkoku
Titolo in Italia: Cara dolce Kyoko
Numero di episodi : 96
Edizione italiana: l’intera serie è stata pubblicata in Dvd grazie alla Yamato Video. L’anime è pubblicato in 4 Box da 4 Dvd ciascuno.

 

Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

0 Comments

Commenti