Mindhunter: cosa sappiamo della seconda stagione

Per la gioia di molti fan, Mindhunter tornerà nel 2019 su Netflix con una seconda stagione: ecco tutto ciò che sappiamo sul nuovo capitolo della serie

171012-mindhunter

Mindhunter tornerà su Netflix con una seconda stagione entro il 2019. Notizia probabilmente nota ai molti fan della serie, che hanno già seguito i dieci episodi che hanno composto la prima. Scritta da Joe Penhall (The Road) e Jennifer Haley (Hemlock Grove) e diretta da David Fincher (ZodiacFight ClubSeven), Mindhunter racconta la storia di Holden Ford (Jonathan Groff), un giovane agente dell’FBI con l’ambizione di creare un nuovo modo di svolgere le indagini, che si basi sulla psicologia del criminale, in particolare dei serial killer. Il progetto lo porterà al confronto con i suoi superiori e colleghi, nonché con la sua stessa sanità mentale.

La serie è basata sul libro omonimo dell’agente John Douglas, che ha intervistato alcuni tra i più noti serial killer americani, tra cui Edmund Kemper, John Wayne Gacy e Ted Bundy. Le riprese per la seconda stagione sono iniziate nell’estate 2018 e terminate all’inizio di dicembre, il rilascio perciò, seppur non essendo stata dichiarata ancora una data di uscita, è garantito entro il 2019.

667_Mindhunter_107_unit_01740R5-1799x1200

Se nella prima stagione abbiamo cominciato ad entrare nella spaventosa mente degli assassini, nella seconda le indagini saranno incentrate sugli omicidi di Atlanta, una serie andata avanti dal 1979 al 1981 in cui sono stati uccisi 28 afro-americani, tra bambini, adolescenti e giovani adulti. Per gli omicidi è stato arrestato da tempo Wayne Williams, ma si ritiene ci fossero altri colpevoli.

La seconda stagione, come la prima, si occuperà di diversi serial killer, tra cui Charles Manson, interpretato da Damon Herriman che vestirà i suoi panni anche nel prossimo film di Tarantino C’era una volta a Hollywood. Proseguirà inoltre la storia di Dennis Rader, che però, non essendo stato fermato fino al 2005, non si concluderà in questa stagione. L’obiettivo della Behavioral Science Unit sarà quello di comprendere al meglio il funzionamento della mente di un serial killer per poter catturare in tempo i criminali ancora a piede libero.




Commenti