La Spada nella Roccia: 5 cose che (forse) ancora non sapete sul classico Disney

Prima o poi, un articolo su La Spada nella Roccia andava fatto. Me l’ero ripromesso ancor prima di aprire questo sito: lo devo alla mia infanzia, ma soprattutto lo devo a quello che qui in redazione abbiamo votato all’unanimità come il miglior classico Disney di tutti i tempi. Probabilmente qualcuno tra voi non sarà d’accordo, ognuno avrà (legittimamente) il proprio film preferito, certo. Ma ci sembrerebbe davvero strano se questo non fosse proprio La Spada nella Roccia, l’unico caso in cui noi di MegaNerd siamo stati uniti e compatti nel giudicarlo come il più bello di tutti.

È dunque giunto il momento di dedicargli un pezzo, rompendo gli indugi e rituffandoci in quel mondo fantastico in compagnia di Semola, Martino… ehm, pardon, Merlino e Anacleto (un gufo altamente istruito).  Se state leggendo queste righe, probabilmente anche voi amate alla follia questo film, dunque – sperando di fare cosa gradita – vogliamo provare a farvi scoprire qualche curiosità che (forse) ancora non conoscete sul 18° classico Disney, l’ultimo a uscire prima della morte di Walt Disney.

T.H-WhiteLa tetralogia del “Re in Eterno”

Il film, uscito negli Stati Uniti nel 1963, è tratto dal libro The Sword in the Stone, il primo della cosiddetta “tetralogia del Re in eterno” dello scrittore britannico T. H. White. Questa raccolta di romanzi reinterpreta la leggenda di Re Artù sulla base de “La morte d’Arthur” di Thomas Malory. È proprio grazie ai romanzi di White che abbiamo alcuni elementi della leggenda di Artù così come la conosciamo oggi.

 

 

Merlino DisneylandI personaggi sono comparsi anche in altri cartoon (e Merlino ci aspetta a Disneyland)

Probabilmente non tutti se ne sono accorti, ma alcuni personaggi de La Spada nella Roccia sono comparsi anche in altri cartoni animati della Disney: nella serie televisiva House of Mouse – Il Topoclub troviamo Merlino con un ruolo piuttosto importante nell’episodio intitolato “Il giorno del noleggio”, mentre Maga Magò compare come antagonista nel film Topolino e i cattivi Disney. Segnaliamo che Merlino è l’unico personaggio del film ad apparire “in carne e ossa” nei parchi Disneyland Resort e Walt Disney World Resort durante la Walt Disney’s Parade of Dreams a Disneyland. Inoltre, in questo parco, è presente durante una cerimonia specifica nell’attrazione King Arthur Carrousel a Fantasyland.

 

semolaGli incassi astronomici e la nomination al Premio Oscar

La Spada nella Roccia fu prodotto con un budget di soli 4 milioni di dollari, ma come sappiamo ebbe un successo talmente grande che divenne il sesto maggior incasso del 1963.  In seguito fu riproposto nei cinema americani il 22 dicembre 1972 e il 25 marzo 1983, mentre in Italia si replicò 14 dicembre 1974. In totale, il film diretto da Wolfgang Reitherman ha incassato la bellezza di 34.182.353 milioni di dollari.
Nel 1964 La Spada nella Roccia ricevette anche una nomination all’Oscar come miglior colonna sonora, ma purtroppo non riuscì a vincere l’ambita statuetta, che andò a Irma la dolce, film del 1963, diretto da Billy Wilder, con Jack Lemmon e Shirley MacLaine.

the-best-of-disney.jpgSecondo Neil Sinyard, questo è il film Disney più filosofico

Nel libro The Best of Disney, lo scrittore Neil Sinyard dichiara che nonostante il film non sia tra i più celebrati dello Studio (pellicole come Pinocchio o Cenerentola sono probabilmente più popolari), alle ottime animazioni e alla struttura del racconto tutto sommato complessa, si unisci anche una componente che lo rende il più filosofico tra tutti i classici Disney. Secondo Sinyard, Walt Disney potrebbe essersi rispecchiato molto nel personaggio di Merlino, mentre Maga Magò – che odia il sole – sarebbe la rappresentazione dei critici.

La Spada nella Roccia e Il Libro della Giungla: due film, stesse scene

spada-roccia-libro-giunglaProbabilmente non ve ne sarete accorti, ma questi due film hanno almeno un paio di scene in comune: ricordate quando Semola viene “salutato affettuosamente” dai cani di Sir Ettore? Ebbene, la stessa scena è stata poi ripresa nel classico Il libro della Giungla, stavolta con il piccolo Mowgli come protagonista. La stessa cosa avviene per il sottofondo musicale che accompagna la scena in cui Semola è triste poiché viene punito da Sir Ettore: ne Il Libro della Giungla ascoltiamo lo stesso tema mentre osserviamo l’Orso Baloo svenuto dopo lo scontro con il terribile Shere Khan.

 

Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

0 Comments

Commenti