Inferno – Il viaggio di Dante attraverso Dell’Otto

Quando un’opera grandiosa come La Divina Commedia incontra l’arte di Gabriele Dell’Otto, non può che nascere un qualcosa di unico

Alla fine del 2018 sugli scaffali e librerie Mondadori (e da lì a poco, fortunatamente, anche su quelli di casa mia) si poteva notare una nuova edizione della Divina Commedia di Dante, opera indescrivibile per magnificenza che tutti, tra i banchi di scuola, abbiamo avuto modo di conoscere e studiare e, inevitabilmente, amare.

“L’ennesima ristampa” mi direte voi. E non potrei che rispondervi sì… ma no.

Perché? Perché basta avvicinarsi un pochino e leggere i nomi degli autori di questa nuova edizione: commentato da Franco Nembrini, illustrato da Gabriele Dell’Otto, Prefazione di Alessandro D’Avenia, per avere subito una scintilla negli occhi. Scintilla che diventa una vera e propria fiamma (e non solo perché siamo all’Inferno, eheh) quando si ammira la copertina, realizzata dall’inconfondibile stile del Maestro Dell’Otto, ormai super star nel mondo del fumetto e orgoglio italiano di tutti gli appassionati del genere.

E allora non si può che iniziare a sfogliare il volume e rimanere catturati dalle splendide illustrazioni che fanno da vere e proprie cover – ambito in cui Dell’Otto non è secondo a nessuno – ad ogni Canto.


Lo stile drammatico, grandioso, epico, si sposa alla perfezione con l’Opera Dantesca, riuscendo ad esaltare le caratteristiche delle anime dei vari gironi, i vizi, i peccati e le pene a cui sono legati per l’eternità, trasmettendo all’osservatore e al lettore le stesse paure e tensioni del protagonista.

Le copertine hanno quasi una doppia funzione:

  • ci presentano il tema del canto che stiamo per leggere (a mo’ di “trailer”, se vogliamo);
  • diventano una cartolina, una ‘foto-ricordo’, dopo la lettura.

Dell’Otto riesce davvero a farci immaginare ciò che Dante ci esprime attraverso i versi: come a voler mantenere lo stesso pathos e climax del rispettivo Canto, tra le tavole più intense e sensazionali spiccano quelle con Caronte (III), Paolo e Francesca (V) con Dante particolarmente coinvolto, Cerbero (IV), indovini e maghi nella quarta bolgia dell’ottavo cerchio (XX), seminatori di discordie nella nona bolgia (XXVIII) fino all’affascinante quanto efficace rappresentazione di Lucifero (XXXIV) .

A questo punto non resta che richiudere il volume, dirigersi in cassa e gustarsi un’opera completamente nuova, che lega la perfezione della poesia dantesca all’immenso talento di Dell’Otto, un connubio destinato ad andare avanti con Purgatorio e Paradiso.

 

 

Piergiacomo Tomassi

Abbiamo parlato di:

Inferno

Commentato da Franco Nembrini
Illustrato da Gabriele Dell'Otto
Formato: 19,5 x 26; Cartonato
Prezzo: € 28,00
Editore: Mondadori
Voto: 8,5



Commenti