Game of Thrones: a rischio gli episodi inediti, la HBO sotto attacco hacker

HBO-Game-of-Thrones-Logo-from-Opening-Credits

I vertici della HBO – il popolare network americano che produce Game of Thrones/Il Trono di Spade – stanno tremando. Un imponente attacco hacker ha sottratto oltre  1.5 terabyte di dati dai datacenter del colosso hollywoodiano, dunque presto potrebbero finire online. La notizia è stata assolutamente confermata proprio dalla HBO, che ha parlato alla stampa di  «cyber incidente» ed è giustamente preoccupata per i restanti episodi della popolare serie fantasy ideata da George R. R. Martin che registra record di ascolti settimana dopo settimana.

Il Trono di Spade è senza dubbio una delle serie tv più seguite del mondo, con milioni di appassionati che seguono fedelmente la serie da oltre sette anni. Da poco è arrivata l’attesissima nuova stagione dello show, di cui finora abbiamo visto i primi tre episodi.

La preoccupazione più grande del network è che il quarto episodio della serie possa essere messo online prima del previsto, cosa che è già avvenuta con un episodio di Bellers e uno di Room 104 su alcuni siti pirata. L’emittente ha già fatto sapere che le autorità sono al lavoro per cercare di contenere i danni economici che tutto questo potrebbe generare (verrebbero persi letteralmente milioni di dollari di pubblicità).

In una comunicazione ai dipendenti, l’amministratore delegato di HBO, Richard Pleper ha definito l’intrusione «Spiacevole, preoccupante e inquietante per tutti noi», ma ha rassicurato tutti sul fatto che sono in corso tutte le operazioni «proteggere i nostri interessi» aggiungendo che «come ogni sfida che ci si è presentata, non ho alcun dubbio che navigheremo anche questa con successo».

L’attacco ai danni di HBO è stato preannunciato con una email anonima ad alcune testate americane: «La maggiore fuga del cyber spazio sta accadendo ora». I cybercriminali hanno anche scritto in modo chiaro i nomi di HBO e Game of Thrones, tanto per essere chiari.

Non è la prima volta che uno studio hollywoodiano finisce sotto attacco di hacker professionisti: già in passato, la stessa HBO ha dovuto far fronte al furto dei primi quattro episodi della quinta stagione, finiti online molto prima della messa in onda ufficiale.

Ricordiamo inoltre che nei mesi scorsi era stata Netflix a finire nel mirino degli hacker, con alcuni episodi della quinta stagione di “Orange is the New Black” finiti in rete prima dell’esordio. Il maggiore attacco informatico della storia di Hollywood resta però quello subito da Sony nel 2014, durante il quale migliaia di email private dei manager dell’aziende finirono sul web. All’azienda erano stati rubati 100 terabyte di dati, a fronte degli 1,5 sottratti oggi ad HBO.

Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Commenti