DC Comics – Batman è un metaumano? Facciamo chiarezza (contiene spoiler)

Nella giornata odierna, probabilmente a causa del grande caldo, si è sparso il panico nel mondo dei Comics: tutti i siti specializzati hanno iniziato a riportare la notizia secondo cui la DC abbia fatto diventare Batman un metaumano, ovvero un uomo con dei poteri, come potrebbero essere Superman o Flash, per fare un esempio.

In realtà non è proprio così.

L'equivoco si è creato a causa di una frase detta da Amanda Waller in Suicide Squad n. 22 (appena uscito negli USA), in cui sostanzialmente chiede alla sua Task Force di trovare due metaumani: Killer Frost e… Batman!

Questo non vuol dire che Batman in effetti lo sia, ma che probabilmente il governo degli Stati Uniti è convinto che abbia dei poteri, come la maggior parte degli eroi DC. Sul Cavaliere Oscuro hanno ben poche informazioni, l'alone di mistero che lo circonda potrebbe far pensare che sia un metaumano, ma sappiamo bene che non è così.

Un'altra possibile spiegazione sulla frase della Waller che ha destato tanto scandalo, potrebbe arrivare dalle preview di Dark Days, in cui vediamo Batman entrare in contatto con il Metallo Nth (una lega aliena proveniente dal passato di Hawkman, contenuto nel misterioso composto Dionesium) in grado di rigenerare in tempi piuttosto rapidi il nostro eroe, facendolo tornare immediatamente al massimo delle sue potenzialità.

Il Joker ci spiega che se il composto entra in contatto con il sangue umano, questo è destinato a mutare, facendo diventare – di fatto – un uomo in un meta.

Ora, il fatto che lo dica il Joker, non vuol dire che sia necessariamente vero e a mettere la parola fine su questa storia ci ha pensato Scott Snyder, sceneggiatore di All Star Batman, che attraverso il suo account Twitter ufficiale ha risposto così ad alcuni lettori preoccupati:

Non posso parlare per Suicide Squad, ma Batman non è un meta. Può avere dei poteri in alcune storie (come Darkseid War), ma non è mai stato un meta.

Ecco spiegato il tutto!

Mr. Kent

Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Commenti