Come finisce He-Man and the Masters of the Universe

Fumetti, cartoni animati, minicomics: la serie di He-Man and the Masters of the Universe è stata presentata in tre modi diversi e in ognuno di questi aveva una conclusione diversa. Il nostro Miki Moz ci svela tutti i finali del Principe di Eternia

He-Man ha tante incarnazioni, e la sua storia è stata raccontata in tanti modi, tra fumetti, cartoons e minicomics.
Spesso storie slegate tra loro, o che comunque erano unite da una continuity molto blanda.
Dunque, si può dire che He-Man ha tanti possibili “finali”, per quanto spesso non definitivi.
Vediamo quelli più importanti. Va da sé che il tutto contiene, ovviamente, spoiler.

L’OPERA IN BREVE

 

Il principe Adam di Eternia è scelto dal destino per brandire la Spada del Potere che lo trasforma nel guerriero He-Man. Assieme agli altri Dominatori, protegge il pianeta e il Castello di Grayskull dalle forze del male, guidate dal malvagio Skeletor.

LA SERIE ANIMATA ANNI 80

Così come non esiste un episodio “iniziale”, la famosa serie Filmation non contempla nemmeno un vero finale per le avventure dei Masters. Peraltro, le storie di He-Man e Skeletor continuano nello spin-off She-Ra, la Principessa del Potere. Ma ovviamente c’è un episodio che è stato prodotto per ultimo, ossia il #130: The Cold Zone
In realtà i fan sono concordi nel considerare come finale “ideale” l’episodio #110, The Problem with Power. Una delle storie più belle dell’intera serie, che vede He-Man buttare via la Spada del Potere credendo di aver ucciso un innocente.

In realtà si trattava di un piano ordito da Skeletor, volto a minare l’integrità morale dell’eroe di Eternia. He-Man avrà modo di recuperare la Spada e pareggiare i conti salvando anche Teela, portandola romanticamente in braccio verso il tramonto.

LA SERIE ANIMATA ANNI 90

Questa serie doveva inizialmente essere l’ideale prosecuzione della precedente, ma – complice un restyling del parco giocattoli – diventò una sorta di reboot. Ambientata sul lontano pianeta Primus in un futuro prossimo, The New Adventures of He-Man deve molto all’influenza di Star Wars sia dal punto di vista della trama che dello stile. Ma vediamo più da vicino questa versione fantascientifica del Principe di Eternia: Skeletor ha conquistato Grayskull insieme alle due metà della Spada del Potere ed He-Man cercava di contrastarlo con una spada per metà mistica e per metà tecnologica, frutto degli sforzi congiunti di Man-at-Arms e Sorceress. Qui He-Man graficamente non è più rappresentato muscoloso e possente come al solito, divenendo leggermente più slanciato. Si ritrovano poi alcuni vecchi personaggi pesantemente rivisti: particolarmente criticata la revisione di Skeletor, questa volta con un “teschio espressivo” e addirittura con occhi (anziché avere orbite vuote). La formula di trasformazione di He-Man venne alterata in “Per il Potere di Eternia” anziché “Per il Potere di Grayskull”. Una maggiore vena drammatica sostituisce quell’ironia che vedeva nei grandi cattivi dei grandi impiastri: in questa serie Skeletor, supportato dai Mutanti, riesce in diverse occasioni a mettere in serio pericolo il pianeta Primus. Questa serie fu realizzata per lanciare i giocattoli corrispondenti, ma non riscosse il successo sperato.

L’ultima puntata concludeva una miniserie di 5 episodi chiamata The Final Invasion, in cui troviamo He-Man e i suoi Guardiani Galattici affrontare Skeletor e le sue truppe durante una sorta di olimpiadi galattiche, che ovviamente verranno vinte dal nostro eroe. Ma subito dopo i giochi, vediamo le forze del male catturare quelle del bene e sferrare l’attacco decisivo al pianeta Primus. He-Man riuscirà a liberarsi e ad affrontare per l’ultima volta il suo acerrimo nemico.

 

LA SERIE ANIMATA 2002

Sebbene sia stata chiusa prematuramente, la serie che i fan chiamano “200x” -di cui abbiamo riscoperto la sigla, qui– termina con la fine di un arco narrativo: quello degli Uomini Serpente, liberatisi dalla loro prigione millenaria e pronti a reclamare il dominio di Eternia.
Nell’ultimo episodio He-Man riesce a fermare nientemeno che il dio rettile Serpos, mentre Re Hisss viene neutralizzato dal guerriero Zodak, a cui lo stesso Hisss aveva ucciso il fratello.
Le vicende raccontate in questa serie gettano le basi per l’unificazione del canone generale dei Masters, che prosegue con i minicomics e le biografie della linea di giocattoli Classics.

FUMETTO DC COMICS 2012

Una rilettura inedita delle vicende di He-Man, che non stravolge troppo personaggi e situazioni, è quella proposta dalla DC a partire dal 2012.
L’ultimo albo, Affrontare il futuro, risale all’aprile 2016: dopo aver sconfitto definitivamente Skeletor, Adam si appresta a regnare su Eternia. Sposatosi con Teela, cerca di comprendere come veicolare il Potere affinché questo continui a proteggere il pianeta. Nelle ultime due pagine troviamo il guerriero nella fucina di Grayskull, intento a forgiare una nuova versione della Spada, che porge a qualcuno (idealmente, il lettore) dicendogli “a te il Potere“.
Mi fece gasare, davvero.

MINICOMICS E CANONE CLASSICS

È la storia più completa sul mito dei Masters: innanzitutto riunisce le tante anime e le tante serie (i primissimi minicomics di Alfredo Alcala, la serie spaziale New Adventures of He-Man, la linea mai prodotta Powers of Grayskull…), ma soprattutto crea una vera e propria mitologia nel rispetto di quanto si conosce dal 1982 a oggi.
Ho raccontato già, filologicamente, le vicende di questa versione definitiva (qui trovate il riassunto).
La storia termina (per ora?) con l’ultimo minicomics uscito.
Dopo il Terzo Ultimate Battleground, evento che pone fine alla vita del malvagio Gorpo, Skeletor (morto da tempo) torna in vita grazie a un rituale proibito, che sconvolge però vari equilibri naturali.
Sia lui che He-Man, ora con i figli già impegnati su fronti opposti, continuano a darsi battaglia per il Potere.

Se volete sapere come vanno a finire anche altri cartoni animati, scriveteci!
Lasciate un commento qui sotto oppure mandate una mail a info@meganerd.it

2 Comments

  • Manca il film, o è stato volutamente tenuto fuori? Comunque non sapevo ne esistessero così tante versioni. Potreste parlare di Voltron (Golion o Go-lion) che dir si voglia visto che dopo 20 (o 30) anni la LEGO ha deciso di far uscire il modello quest’anno???

    • Ciao Davide!
      Sì, il film è stato volutamente tenuto fuori, presto realizzeremo un intero speciale dedicato a “I dominatori dell’universo” 🙂
      Anche Voltron arriverà presto, sicuramente dopo l’estate.
      Spero avrai la pazienza di seguirci!

Commenti