Cinque videogiochi con i nostri supereroi preferiti

Ormai lo sapete, abbiamo una passione sfrenata sia per i supereroi che per i videogames. In questo speciale proveremo a consigliarvi quelli che – secondo noi – sono assolutamente i migliori del genere, da recuperare a occhi chiusi

Il connubio tra fumetti e cinema, che ha portato negli anni alla produzione dei cosiddetti cine-comics, presenta alti e bassi. Il mondo dei videogiochi non fa eccezione, anzi, probabilmente i bassi superano di gran lunga i prodotti memorabili, i quali si contano sulle dita di una mano. Negli ultimi anni, però, l’avanzamento hardware e i costi sempre più alti per produrre un videogioco sono stati accompagnati da un numero sempre crescente di videogame con supereroi di buona fattura.

Fortunatamente sembrano essere finiti i tempi di Superman 64, uno dei titoli più aberranti tratti da un fumetto, Marvel o DC Comics che sia. Che poi, parliamoci chiaro: su Superman un videogioco bello forse non lo vedremo mai. Il triste fato dell’uomo d’acciaio.

Vediamo insieme cinque videogiochi, vecchi e nuovi, che hanno risollevato le sorti dei tie-in che provano a portare sulle nostre console i superpoteri dei nostri personaggi preferiti.

Captain America and the Avengers

captain america and the avengers

Strano a dirsi, ma uno dei migliori videogiochi ispirati ai personaggi Marvel non è di primo pelo. Captain America and the Avengers è un titolo del 1993 uscito su Super Nintendo Entertainment System. Si trattava di un gioco arcade molto basilare in cui i nostri cari Vendicatori mazzolavano per benino i nemici muovendosi per i vari livelli. Niente di eclatante, quindi. Perché inserirlo in questa lista? Perché Captain America and the Avengers ebbe la fortunata idea di inserire personaggi che, all’epoca, non erano ancora considerati alla stregua dei loro colleghi più illustri.

Visione, Occhio di Falco non avevano lo stesso appeal di Spider-Man o dello stesso Captain America ma in quel gioco convincevano. Tra i nemici, inoltre, possiamo ricordare Teschio Rosso e Crossbones.

 

Spider-Man (PS1)

spider-man ps1

Aspettando Spider-Man di Insomniac Games che uscirà quest’anno in esclusiva su Playstation 4, possiamo dire che i videogiochi sull’Uomo Ragno sono stati molto altalenanti dal punto di vista qualitativo. Tra giochi imbarazzanti e ottimi prodotti – Spider-Man: Dimensions – il primo capitolo della serie uscita su Playstation merita un posto d’onore. Nonostante oggi la grafica appaia invecchiata abbastanza maluccio, Spider-Man per PS1 era davvero un titolo divertente da giocrae.

Tra platform e picchiaduro, avevamo una certa libertà d’azione e volteggiare tra i palazzi offriva un buonissimo feeling. I villain erano di tutto rispetto: Rhino, Scorpion, Doctor Octopus, Carnage e il terribile Monster Ock (boss finale del gioco). Una delle perle nostalgiche da recuperare per chi ama il retrogaming.

 

X-Men: Legends

videogiochi supereroi

Uscito nel 2004 su Playstation 2, Xbox e Gamecube, X-Men: Legends era un action RPG che ci metteva nei panni dei famosi mutanti al servizio del Professor Xavier. Era fondamentalmente un dungeon crawler, genere ripreso da Marvel: Ultimate Alliance anche se in modo meno approfondito e notevolmente meno accurato.

I giocatori potevano completare le missioni prendendo le redini di quattro X-Men da scegliere da un roster abbastanza cospicuo. Durante le varie fasi di gioco, i personaggi del team selezionato potevano essere switchati da uno all’altro ogni volta che si voleva.

I personaggi giocabili erano: Colosso, Bestia, Ciclope, Jean Grey, Gambit, Emma Frost, Jubilee, Nightcrawler, Magma, Wolverine, Psylocke, Rogue, Tempesta, Uomo Ghiaccio e Professor X.

 

The Incredible Hulk

incredibile hulk ps2

L’Incredibile Hulk uscito nel 2008 su Playstation 2 e in seguito su Playstation 3 e Xbox 360, era un capolavoro? Assolutamente no. Era il miglior gioco su supereroi in circolazione? Neanche. Però immaginate una città intera a vostra disposizione, un po’ alla GTA, con la possibilità di scaraventare qualsiasi oggetto a metri di distanza, distruggere gli scenari a vostro piacimento e utilizzare il super salto per raggiungere le vette dei grattacieli. Divertente, spensierato, senza fronzoli.

Un buonissimo gioco che non entra certo nella storia, ma appagante se l’obiettivo era fare una partita veloce dopo aver finito i compiti.

 

Batman: Arkham Serie

batman arkham knight

Il bocconcino più dolce alla fine. Non possiamo prendere un solo capitolo, è necessario considerare questa serie come un unico grande titolo. Sempre aspettando Spider-Man di Insomniac Games, possiamo dire con pochissimi dubbi che la serie Arkham di Batman è la miglior trasposizione videoludica di questo genere. La serie è composta di quattro capitoli: Asylum, City, Origins e Knight. Va detto che la serie di videogiochi presenta delle atmosfere dark molto più vicine ai film del Cavaliere Oscuro che non ai fumetti.

Gameplay profondo, solido, un personaggio carismatico caratterizzato in modo impeccabile, villain dell’universo DC Comics che non fanno eccezione a questa caratterizzazione di primissimo livello. Joker, Pinguino, Enigmista, Harley Quinn, Poison Ivy, Due Facce, Spaventapasseri, Deadshot… ci sono proprio tutti ad avvicendarsi nei vari episodi della serie. Decine di gadget ingegnosi a disposizione, la Batmobile, non mero orpello ma utilizzabile per esplorare la mappa di gioco e per combattere, tutto, c’è assolutamente ogni cosa che faccia parte del mondo dell’Uomo Pipistrello. La serie Arkham, sviluppata da Rocksteady, presenta un combat system appagante, ormai diventato iconico e che ha fatto scuola.

A oggi, la serie definitiva sui supereroi. Molti obietteranno dicendo che Batman non ha superpoteri. Be’, è ricco.

Michele Longobardi

Appassionato di videogiochi da circa venti anni. Il suo obiettivo principale nella vita è vivere avventure fantastiche e fuori dal comune... senza uscire di casa sarebbe meglio. I videogiochi gli vengono così in aiuto. La vita reale è per lui troppo sopravvalutata.

Commenti